Quando finisce veramente una storia d’ amore ?

Quando finisce veramente una storia d'amore ?

In passato mi è capitato di avere storie d’amore burrascose, molto conflittuali. Quando finisce veramente una storia d’ amore ?

C’era quindi nel rapporto un tira e molla continuo che diceva:

” Voglio stare con te, ma in realtà no…”, ”Voglio avere una storia d’amore, ma non voglio impegnarmi…”, ”voglio avere un fidanzato, ma mi piacerebbe restare libera” Quando finisce veramente una storia d’ amore ?

A parte la dualità che c’era ogni volta in queste affermazioni e che può essere argomento di cui scrivere prossimamente (cioè, imparare che ogni scelta comporta una rinuncia), tutto ciò creava un incredibile insicurezza e un chiedermi ogni giorno cosa volevo.

Succedeva un litigio e non volevo più vederlo. Poco dopo c’era il pentimento e quindi passato qualche giorno lo risentivo e ritornavamo insieme. Questo poteva succedere anche più volte in poco tempo.

Io personalmente poi ho conosciuto coppie in cui ciò succedeva all’ ordine del giorno, tant’è che la coppia stessa a un certo punto si chiedeva: ”ma possiamo proseguire a stare insieme o è meglio che ci lasciamo ? ”. Ad alcune amiche che mi chiedevano questo, rispondevo che fino a che c’era una lite, una situazione di rabbia, c’era anche un sentimento che legava. La rabbia, come l’ amore crea un legame. La rabbia lo crea in modo negativo, l’ amore in modo positivo. Quando finisce veramente una storia d’ amore ?

Se sei arrabbiato con una persona, sei legato ad essa e quindi lasciarsi risulterà difficile.

Oppure ci si può lasciare, ma è certo che la questione non è finita e vuol dire che farai fatica a proseguire per la tua vita. Se riesci a proseguire per la tua vita è molto probabile che la stessa rabbia la riutilizzerai con il prossimo patner.

Ad un certo punto è quindi molto utile chiedersi a chi è rivolta veramente quella rabbia, da cosa scaturisce e comprendere alla fine che il partner in realtà non c’entra nulla e che quella rabbia è nutrita da nostri conflitti interiori.

Ecco capire questo rende veramente liberi.

Ci si stacca da una situazione o una persona, quando si è arrivati al massimo, quando è già stato detto e fatto tutto, quando sei arrivato ad essere pieno di quella esperienza e quando da quella esperienza hai compreso qualcosa. Allora ci si può parlare, ringraziare per l’esperienza vissuta insieme e distaccarsi salutandosi.

Il vantaggio per entrambi è che ci si conosce bene e così se si ha bisogno di qualcosa, superate certe tensioni, ci si può aiutare. Aiutare anche a separarsi.

Questo tenendo presente che l’ amore non finisce mai, è eterno e dura per sempre, anche se non si hanno più progetti o condivisioni insieme. In cuor nostro terremo sempre a quella persona e una parte di noi continuerà a volerle bene da lontano.

Iscriviti alla newsletter

Per restare sempre aggiornato sui miei articoli, le mie storie e su quello che faccio, entra a pieno nel mio mondo!